Cosa Vedere...
Musei
Chiese
Scavi
Catacombe
Castelli
Porte
 

Muoversi in città

Cartina Interattiva
Punti informazione
Consolati
Numeri telefonici utili
 

Pernottamenti

Alberghi
Pensioni
Campeggi
Affittacamere
Ostelli

 

Collegamenti

Aerei
Ferrovie
Metro
 

Info utili

Meteo Napoli
Traffico Tangenziale
Ultime Notizie
 

Spedisci una Cartolina


Invia una cartolina da Napoli

Itinerari per le vie dell'arte

Go to English Version      

Il centro storico di Napoli è stato di recente inscritto nella lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO. Ecco una serie di itinerari per visitarlo tutto l'anno. >>>>

  • Decumano Superiore - Da via Sapienza a S. Giovanni Carbonara
  • Decumano Maggiore - Da Port'alba a Castel Capuano
  • Decumano Inferiore -  Da piazza del Gesù alle mure Greche
  • Da Piazza Plebiscito allo Spirito Santo

>>>Vai agli itinerari>>>

Palazzo Reale

L'imponente edificio del Palazzo Reale fu costruito in epoca borbonica a ridosso di un'area sulla quale si affacciava un edificio di religiosi, e che prese il nome di Largo di Palazzo proprio per l'esistenza della dimora reale. Nel 1994 ospitò il vertice del G7. Oggi è in parte sede degli uffici pubblici, mentre il primo piano, con l'appartamento reale cui si accede dallo splendido Scalone d'onore, il Teatrino di corte e il Giardino Pensile, costituiscono un eccezionale museo, ricco di opere d'arte e di preziose suppellettili.

Maschio Angioino

Il Maschio Angioino, o Castel Nuovo, fu eretto nel XIII secolo con un intervento che mutò il profilo della zona a ridosso del porto. All'arrivo di Re Alfonso d'Aragogna venne aggiunto il grande Arco di Trionfo in pietra bianca che ne orna l'ingresso. Il cortile interno è dominato dalla grande scala di accesso alla monumentale Sala dei Baroni, mentre il grande fossato che lo difendeva oggi è privo d'acqua. Notevoli sono la Cappella di S. Barbara (con dipinti medioevali) e il Museo Civico.

Pastori

La realizzazione dei pastori è un'arte tipica di Napoli e viene fatta risalire all'arrivo in città dei monaci francesi nella basilica di S. Lorenzo. Non a caso il punto di riferimento dell'Arte Pastoraria è il "cardine" greco-romano noto come S. Gregorio Armeno, al cui estremo c'è S. Lorenzo. Nei secoli la lavorazione si è affinata fino ad assurgere a quell'arte che, nel periodo natalizio, richiama a S. Gregorio Armeno migliaia di visitatori.

Eventi, Concerti Live e Cabaret...

Partners

Per le informazioni di questo tipo puoi consultare il box contenuto al centro della Home Page di Targato NA.

Si ringrazia per la concessione di alcuni testi e foto: l'Ente Turismo Provincia di Napoli e l'Azienda Autonoma Cura e Soggiorno Napoli.

Vai a TargatoNA.it

Alcuni Consigli...