TargatoNA Home >> Notizie > Spettacolo > Articolo:
 
Terrasonora vince la 14^ edizione di Folkontest 2007
Terrasonora vince la 14^ edizione di Folkontest 2007, conquistando di diritto la partecipazione,
come unico rappresentante italiano, al prestigioso Festival Interceltique de Lorient, in Bretagna (Francia). Festival che si terrà dal 3 al 12 agosto 2007 nella ridente cittadina francese, dove il gruppo sarà presente con tre concerti e concorrerà ad un altro prestigioso premio:
“miglior gruppo non celtico”.

FOLKONTEST 2007

Alla fine su sessanta gruppi, provenienti da tutta Italia, sono stati selezionati, per le semifinali della 14° edizione Folkontest 2007 - il primo concorso italiano per gruppi emergenti nell'ambito folk e etnico – solo quattro gruppi: Ramà (Cuneo), Befolk (Novara), Martinicca Boison (Firenze) e Terrasonora (Afragola – Napoli).
La fase conclusiva del concorso si è tenuta dal 15 al 17 giugno nel Monferrato (Alessandria).

La prima semifinale, svoltasi il 15 giugno a Frassinello Monferrato (AL), ha visto sfidarsi, musicalmente parlando, i gruppi Ramà e Befolk. In essa a prevalere sono stati i piemontesi Ramà, gruppo che propone essenzialmente musica occitana.

La seconda semifinale si è svolta il 16 giugno a Mirabello Monferrato (AL), nella bellissima Piazza Marconi, ed ha visto di fronte i fiorentini Martinicca Boison e i campani Terrasonora. (Tutti i gruppi hanno avuto circa un’ora a disposizione per proporre il proprio progetto musicale).
Qui la decisione della giuria composta da noti critici e musicisti, esperti di musica etnica e folk, è stata molto incerta e difficile fino alla fine. I due gruppi si sono equivalsi in linea di massima in relazione ai tre punti cardine di valutazione: presenza scenica, tecnica musicale e repertorio (valutato sia dal punto di vista dei testi proposti che degli arrangiamenti). Alla fine a prevalere sono stati i nostri Terrasonora capaci, a giudizio della giuria, di avere un’identità folk più marcata e ben delineata.

La finale si è svolta domenica 17 giugno a Casale Monferrato (AL) nel suggestivo Chiostro di Santa Croce. Terrasonora ha sfoggiato una performance spumeggiante: è stata una vera e propria esplosione musicale, dovuta alla grande energia prodotta dal gruppo campano e che li ha portati alla vittoria finale, condivisa sia dal pubblico (coinvolto all’inverosimile dal concerto dei Terrasonora e che, alla fine, si è lasciato andare in danze interminabili) che dalla giuria. Quest’ultima - composta per l’occasione da Maurizio Martinotti (direttore artistico Folkermesse, polistrumentista del noto gruppo etnico-folk tendachent, nonché ricercatore di musica popolare,), Roberto Sacchi (Direttore FolkBulletin), Gerardo Ferrara (Radio Onda d’Urto, Brescia), Paolo Bonfanti (musicista, bluesman) e Daniele Bergesio (Redattore World Music Magazine) - non ha avuto dubbi ed ha premiato i Terrasonora che, espresso a chiara voce dal presidente della giuria nella motivazione, sono stati superiori in tutto.


Il quotidiano LA STAMPA, in data 19/06/2007, titolava:

Terrasonora premiati con giudizio unanime

Fra i gruppi etnici prevalgono i musicisti della Campania

Il ritmo travolgente dei Terrasonora ammalia pubblico e giuria di Folkontest, il più importante concorso nazionale per gruppi emergenti di musica etnica e folk: l'atto finale è andato in scena domenica sera nel chiostro di Santa Croce. Per il gruppo campano c’è stato il voto unanime della giuria: come premio principale si è visto assegnare un pass per la partecipazione al Festival Interceltique di Lorient, in Bretagna, ai primi di agosto. «Una vittoria netta - spiega Maurizio Martinotti, direttore artistico della rassegna -. Sicuramente sulla scelta della giuria hanno pesato professionalità ed esperienza del gruppo. Alla finale di Folkontest, nel chiostro di Santa Croce, hanno preso parte oltre 300 spettatori, che per quasi due ore e mezza hanno cantato e ballato, prima con i ritmi occitani e poi con le sonorità partenopee dei Terrasonora.


Un grande plauso va a tutti i musicisti, che è doveroso ricordarlo sono: GAIA FUSCO – voce; FRANCESCO FERRARA – voce; RAFFAELE ESPOSITO – tastiere e pianoforte; ANTONIO ESPOSITO – basso acustico; GENNARO ESPOSITO – chitarra classica, acustica e 12 corde; ANTONELLO GAJULLI – percussioni; FABIO SORIANO – fiati etnici. Ma non solo, un grande merito musicale nonchè ringraziamento va a MIMMO MEMOLI, che in occasione del festival ha sostituito al basso elettrico, validamente e professionalmente, Antonio Esposito (assente per motivi familiari).

Ed ancora, grande merito a MASSIMILIANO PUNZO, fonico che da anni accompagna il gruppo e che permette a quest’ultimo di esprimersi al meglio ovunque è chiamato ad esibirsi.

Infine, un ultimo plauso va a GENNARO ESPOSITO, autore dei brani, e a SAVERIO CARPINE che li ha musicati, ma che ha anche il grande merito di aver creato degli arrangiamenti che hanno saputo trasmettere delle sensazioni musicali indescrivibili.

Ecco tutto ciò è Terrasonora … tantissime persone che, volendosi bene inanzitutto, hanno la possibilità di provare e, poi, trasmettere, prima tra di loro e poi al pubblico che li ascolta emozioni bellissime e che non hanno prezzo.

Link per approfondimenti ...
Data: 20/06/2007 N° Letture: 1508 Dalla sezione: Spettacolo
Forum: Lascia un commento su questa notizia
 Torna all'indice delle sezioni -  Inserisci un articolo -  Lascia un commento su queste notizie
  Responsabili: Luciano Boccellino & Vincenzo Daniele - copyright © 2001 By Targato NA