TargatoNA Home >> Notizie > Spettacolo > Articolo:
 
Flamenco d’estate a Sant’Agata dei Goti - dal 20 al 26 agosto
“Echi nomadi, sogni gitani”

Flamenco d’estate a Sant’Agata dei Goti

Dal 20 al 26 agosto torna nel piccolo borgo sannita Suoni di Terra, Secondo Festival delle Musiche e delle Altre Culture.





Chitarra e voce, battito di mani e piedi di corpi danzanti, ritmi di cuore, storia di un popolo: il Flamenco è il tema centrale di Suoni di Terra 2007, il Festival dedicato alle musiche e alle altre culture che, dal 20 al 26 agosto, animerà le piazze, le corti e i palazzi storici di Sant’Agata dei Goti, fascinoso borgo medievale nel Sannio Beneventano.



Sette giorni di musica, immagini, popoli e culture tra grandi concerti, esibizioni, stage, incontri e una mostra dedicata al grande fotografo Sebastião Salgado. Inoltre, in esclusiva italiana per Suoni di Terra, si esibirà la Compañia Flamenco Andaluz (26 agosto) di Jorge Del Pino con uno spettacolo ispirato alla vita e alla morte del poeta andaluso universale Federico García Lorca: i testi e le poesie dell’autore vengono cantati negli straordinari stili flamenco - bulerías, sorongo, siguiriyas, tangos, fandangos, soleares, alegrias - in combinazione con musiche dello stesso Lorca. Un percorso di straordinaria presa emotiva sul pubblico, un’ora e un quarto di musica, scenografia, ballo e cante jondo nel puro flamenco.



Giunto alla sua seconda edizione, il Festival – ideato dal musicista Maurizio Chiantone – convoca a sé i diversi linguaggi e provenienze, con workshop, cinema, musica ed incontri di alta qualità. Location dell’evento è l’antica Sant’Agata dei Goti, piccolo borgo museo tra Caserta e Benevento, su cui il tempo sembra essersi fermato tra stradine lastricate, antichi palazzi, chiese e chiostri silenziosi.





I concerti

La Piazza del Mercato Vecchio sarà il proscenio della musica e delle danze dall’Algeria all’Andalusia. In calendario 3 grandi concerti con ospiti internazionali: Bachir Gareche il 24 agosto; Josè Greco e Juan Lorenzo il 25 agosto; Poesia, Aires Flamencos della Compañia Flamenco Andaluz il 26 agosto, ospite di Suoni di Terra in esclusiva per l’Italia.



I workshop

21 - 23 agosto Dall’Africa al Brasile, viaggio sonoro attraverso la musica extra-europea®: Laboratorio di strumenti musicali – condotto da Beppe Consolmagno. Il workshop è sottotitolato Strumenti che parlano, parole che cantano®, ovvero un itinerario attraverso la voce e il corpo, il suono ed il ritmo, rivolto non solo ai musicisti, ma anche ai bambini, agli anziani, ai disabili ed agli insegnanti.

20-23 agosto Workshop sulla danza flamenco – condotto da Andrea Paula Zotta. La ritmica e la danza in quattro giorni di lezioni, accompagnate dal vivo dal suono della chitarra e con il sussidio di documenti filmici d’autore per conoscere la storia, la cultura e l’arte del flamenco.

Sede dei workshop sono il settecentesco Palazzo Rainone e le Cantine di Palazzo Mustilli; la partecipazione è gratuita ma limitata, pertanto è opportuno prenotarsi dal sito www.suoniditerra.org



Il cinema etnomusicale

Il settecentesco cortile di Palazzo Mustilli ospita la rassegna di cinema Musica Nomade: le storie e le atmosfere del flamenco, raccontate attraverso films d’autore selezionati con grande cura.



La mostra

Terra di Sebastião Salgado è la mostra allestita per il Festival nella suggestiva Chiesa di San Francesco in collaborazione con l’associazione di solidarietà internazionale Frères des hommes. La mostra presenta parte dell’intenso e significativo lavoro sui diritti umani di Sebastião Salgado, uno dei maggiori fotografi del nostro tempo. In particolare l’artista ha personalmente selezionato quarantacinque immagini dal reportage delle migrazioni dovute ai problemi del latifondismo brasiliano.



Il gusto

Quest’anno il Festival si apre anche al gusto: il 23 agosto, dalle 18 alle 20, Slow Food Campania curerà il Laboratorio del Gusto dal titolo "Non solo pane quotidiano...", in cui vengono messi a confronto diversi pani della nostra regione, dalle caratteristiche organolettiche, storiche e culturali diversi fra loro. Ogni giorno nello stand associativo sarà possibile assaggiare e scoprire le peculiarità di un pane.
Data: 30/07/2007 N° Letture: 1631 Dalla sezione: Spettacolo
Forum: Lascia un commento su questa notizia
 Torna all'indice delle sezioni -  Inserisci un articolo -  Lascia un commento su queste notizie
  Responsabili: Luciano Boccellino & Vincenzo Daniele - copyright © 2001 By Targato NA