TargatoNA Home >> Notizie > Attualità > Articolo:
 
PREMIO TOTO’: VOLA IL CAFE’ CABARET
Quando dici o pronunci Napoli l’associazione con la monezza è inevitabile. Chi pensa ad infangare Napoli, i napoletani e la Provincia oltre che a certi politici è la cosiddetta stampa e televisione di sistema che hanno dimenticato, per meglio dire gli è stato ordinato di dimenticare questo paese; e lo hanno reso un enorme letamaio agli occhi del mondo. Tanto che alcune agenzie di viaggi estere stanno organizzando per i propri turisti: viaggi nei luoghi della monezza. Noi non possediamo più il mare a pizz, o mandulin , non possediamo più bellezze artistiche, culturali e paesaggistiche. Non possediamo più nè storia nè radici….per il sistema siamo monezza. E’ come se vicino alla pizza ci fosse monezza, come se vicino al mandolino ci fosse monezza. E’ come se vicino ai versi toccanti ed eterni di Eduardo De Filippo ci fosse monezza e come se vicino a Totò ci fosse monezza. La monezza prende il posto primario e quindi fa notizia, fa ascolto, fa audience, fa vendere i giornali.
Ed è chiaro che non si può parlare delle cose belle che Napoli e Provincia fanno…non creano notizia. Per fortuna questa terrà di cose belle ne fa! Insieme a tutte le persone della sua provincia, che ogni mattina si alzano per programmare cose belle. Belle come bella è stata la serata di domenica 08 giugno organizzata dalla sede settoriale per la Regione Campania “Cafè cabaret” di Afragola (Na) che ha aperto ufficialmente le selezioni per la quinta edizione del Premio Totò. Il Cafè Cabrat, diretto da Salvatore Iavarone sede settoriale designata per selezionare di giovani promesse della comicità per il Premio Totò. Quindi non fa notizia dire che il Premio Totò è l’unico in Italia per il suo genere ad essere autorizzato e riconosciuto dalla famiglia de Curtis, è nato per dare un trampolino di lancio a giovani emergenti nel campo della comicità, e che ogni anno sono sempre di più i giovani che da tutt’Italia rispondono alle selezioni (ci sono ad oggi circa 800 candidature ndr).Proprio una bella serata quella di domenica, una sala (in via Francesco Russo di Afragola ndr), colma di belle persone fino all’ inverosinile (oltre 200 persone ndr). Non fa notizia allora dire che il pubblico ha trasmesso il suo calore a tutti i giovani emergenti, senza distinzione ne parentelismi, che si sono esibiti per guadagnarsi un posto in semifinale nazionale. E come potrebbe fare notizia dire che la serata è stata condotta in modo eccellente da Teresa Ciardi che detiene il mandato di direzione e segreteria nazionale, che alla serata era presente Pio Pinto, ideatore e Patron del Premio, che si è complimentato con Salvatore Iavarone per la magnifica serata organizzata, e che ha dichiarato di aver riscontrato un treno di concorrenti di spiccate qualità e doti artistiche. Come potrebbe far notizia comunicare che la giuria tecnica era presieduta dal giornalista Raffaele Aprea e composta da: Antonio Iazzetta, Carlo Caccavale, Domenico Sepe, Roberto Russo, Gianluigi Osteri e Lello Moccia, e che tra gli ospiti c’è stato in primis l’intervento del duo comico Guadagno e Turco, vincitori del premio miglior interpretazione nella passata edizione, seguito dalla partecipazione del giovane cantante Giovanni Di Francesco e concludendo con la partecipazione del cabarettista Francesco Casagrande.
….Come potrebbe fare notizia tutto questo? Forse qualcosa che potrebbe far notizia c’è!
Fuori l’entrata del Cafè cabaret sul marciapiede ad una decina di metri c’erano 2, ma proprio 2 sacchetti di monezza.



Data: 11/06/2008 N° Letture: 1798 Dalla sezione: Attualità
Forum: Lascia un commento su questa notizia
 Torna all'indice delle sezioni -  Inserisci un articolo -  Lascia un commento su queste notizie
  Responsabili: Luciano Boccellino & Vincenzo Daniele - copyright © 2001 By Targato NA