[ Home | Discussioni Attive | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Cultura & Società
 Politica
 Da Emiliano Zapata a Hugo Chavez
 Forum Bloccato
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

cosmos
Targato NA? Che roba è?



17 Messaggi

Inserito il - 20/12/2005 : 17:25:50  Mostra Profilo Invia a cosmos un Messaggio Privato
Il padre si estingue come gli orsi.

La piccola Annamaria è cresciuta, adesso sembra sicura di sé, in realtà, con il suo fare deciso, cela le sue sofferenze infantili e l’astio che prova nei confronti della mamma.
Non ha mai conosciuto il padre e, dopo aver letto alcune lettere di padri separati, ha deciso di narrare la sua storia scrivendo a un noto magazine italiano. Poche parole piene di angoscia, che meritano un approfondimento.
C’incontriamo in un bar nel centro città. Annamaria non riesce a nascondere la rabbia contro sua madre, ritiene che sia lei la causa del suo malessere psicologico, è stata lei l’artefice della separazione definitiva da suo padre, l’ha saputo da appena un anno, nello stesso momento in cui una lontana parente è riuscita a comunicarle che il suo papà stava morendo in un paese straniero.
La ragazza parla e mi guarda dritto negli occhi, l’unico atteggiamento che tradisce il suo nervosismo è il tamburellare delle dita sul tavolino intorno al quale siamo seduti.
La mamma della ragazza ha ora 48 anni, non si sarebbe mai sognata di dire alla figlia come realmente erano andate le cose, ma quando Annamaria, venutane a conoscenza per mezzo di una sorella del padre, la mette di fronte alla storia, la donna non riesce a dissentire.
“Maledetta” pensa la ragazza in quel momento, questa dura parola segnerà l’inizio del suo rancore che sicuramente non si assopirà mai. Così mi racconta Annamaria.
Penso sia terribile il fatto che una figlia possa arrivare a questo punto. Ma quant’è deplorevole che un genitore possa fare quello che ha fatto la madre di questa ragazza? L’uomo non era ricco e non aveva possibilità economiche, possedeva “solo” amor di padre, quando la donna si separò da lui, era conscia del fatto che lui non poteva essere “puppato”. Cristina, questo il nome della madre crudele, pensò bene di eliminare il fastidio, il “proprio” fastidio, che non era certo quello della figlia! Si sentì la Madonna, come se avesse messo al mondo la bambina senza il contributo di un padre.
Quando la piccola Annamaria chiedeva: -Mamma dov’è il mio papà? – Cristina rispondeva: -E’ andato via, ha tanti bambini a cui pensare, per me, invece, ci sei solo tu – Vigliacca, bugiarda e insensibile. Non si rendeva conto del complesso d’inferiorità che scatenava nella povera bambina?
Annamaria ora ha diciott’anni, si veste in maniera molto marcata e non accetta consigli da nessuno. Cristina è preoccupata perché Annamaria rincasa tardi la notte e quando le chiede spiegazioni le risponde male: ‘Taci maledetta’. E’ doloroso sapere che un figlio arrivi a tanto, ma chissà quante volte quel padre scacciato ha pensato alla sua piccola bambina, sperando di riabbracciarla un giorno. L’ha rivista un giorno prima di morire.Chi riempirà questo vuoto incolmabile? Troppo amore è andato sprecato, di padre, di nonni e di parenti. Chi sono i responsabili di tanta crudeltà oltre alla madre? Chiediamocelo un po’. E’ al nostro sistema che dobbiamo gridare tutti in coro: “Maledetto”.
La considerazione più triste la fa proprio Annamaria quando dice: ‘mi sono talmente abituata a non avercelo il padre che non so se mi piacerà avere un padre per i miei figli. Mi sento arida e credo questa sia l’estinzione del padre’, come succede per gli orsi bianchi e i coala. Ragionamenti che paiono strani ma che devono farci riflettere.
Ci sono ragazzi che non sanno nemmeno come sia parlare con il proprio padre, non ne conoscono il piacere. Proprio come quei bambini del terzo mondo che non conoscono la serenità del dopo pasto o la tranquillità del riposo. Lasciamo che il padre si estingua oppure vogliamo fare qualcosa?
Cosmo de La Fuente

(la lettera della ragazza è questa)
http://www.sorrisi.com/sorrisi/scheda/art023001022832.jsp

  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Forum Bloccato
Vai a:
© ons Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,15 secondi. Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it | Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03