Assunzioni ... “straniere” ad Afragola.
 

È datata 25 ottobre la deliberazione della giunta comunale di Afragola con la quale viene data attuazione alla programmazione triennale 2001 - 2002 del personale e che prevede l’adesione al Progetto Ripam per la copertura di cinque posti come Vigili Urbani e quattro come Geometri, chiaramente presso il nostro comune.

La giunta nelle persone del sindaco Salzano, Lo Passo, Minichini, Dulvi e De Pietro (assenti Giglio e Scotti), hanno approvato una delibera che tanto sta facendo discutere e tanto farà discutere in seguito; il S.U.L.P.M. sindacato unitario lavoratori polizia municipale nella persona del suo Responsabile Territoriale  Franco Calandrelli, si sta attivando per manifestare tutto il dissenso per una delibera che per quanto motivata da ragioni di economicità per l’amministrazione, non consentirà al comune di indire un normale concorso, ma consentirà di attingere personale attraverso il progetto RIPAM del FORMEZ;  in breve vuol dire che sarà molto facile avere dipendenti che non sono del nostro territorio, e dunque non si risponderà affatto alle esigenze  dei giovani del territorio che si aspettano occupazione “nel territorio e per giovani del territorio”.

Ci auguriamo che anche su questo clamoroso “autogol” vi sia un repentino passo indietro, Afragola e gli Afragolesi si attendono risposte chiare per l’occupazione e non solo uno sviluppo “per gli altri”, speriamo che non si continui ad usare questo metodo anche per altri posti occupazionali che si stanno per creare sul territorio, altrimenti ci chiediamo: “questo sviluppo è per il territorio o sul territorio e basta ? e per chi è?”.

Purtroppo la delibera della giunta riporta la dicitura “immediatamente eseguibile” ... peccato per la città e gli afragolesi.

Sbagliare è umano, ma perseverare è ...

Nella delibera si legge “ si da atto che l’adesione al progetto RIPAM non comporta alcun onere finanziario per il bilancio Comunale”; si è vero ma a costo zero rischiamo di non rispondere affatto ai bisogni occupazionali della città di Afragola e consentitemi di dire ... non è questo che serva oggi ad una città che oltre alla carenza di vigili e geometri, ha anche una tasso di disoccupazione che nessuno ci invidia.

Consentitemi di manifestare al fianco del sindacato dei vigili tutto il mio dissenso per una deliberazione che “non fa bene a questa città” e che crea un precedente che ci auspichiamo resti isolato, ed anzi invitiamo ancora una volta questa amministrazione a fare un passo indietro o meglio ancora “una camminata all’indietro”, dato che il provvedimento è già immediatamente eseguibile.

 Salvatore Iavarone
Direttore Editoriale

Torna all'indice di questo numero