Pro Afragolese: Sei Grande!
 

Una Pro Afragolese così non si era mai vista! Una squadra, finalmente, compatta, decisa ma soprattutto vincente, in grado di accaparrarsi dieci punti in quattro partite e di imporre il proprio gioco anche contro formazioni del calibro del Pimonte o della Azanese. Ma procediamo per gradi. Domenica 20 gennaio 2002, i rosso-blu sono stati impegnati in un'importante sfida, fuori casa, contro il Barano, che hanno vinto per due reti (Rocco - Tuccillo) a zero. Successivamente, il 27 gennaio, i ragazzi di Mister Amorosetti hanno collezionato un'altra vittoria, questa volta tra le mura amiche, contro la formazione del Lacco Ameno. Partita, quest'ultima, caratterizzata dalla netta situazione di difficoltà in cui si è venuta a trovare la squadra ospite che, solo di rado, si dimostrava in grado di frenare le manovre offensive dei padroni di casa, i quali, quasi senza alcuno sforzo, riuscivano a conquistare altri tre punti grazie alle due reti di Milvatti e a quella di Tuccillo. Il 3 febbraio, poi, l'Afragolese ridava prova di quella solidità di gioco, ormai acquisita, infliggendo una dura sconfitta per due reti a zero alla formazione del Pimonte. Ma, senza dubbio, la sfida più emozionante è stata quella disputata domenica 10 febbraio, allo Stadio Luigi Moccia di Afragola, contro l'Arzanese, posizionata ai vertici della classifica e che, reduce del pareggio interno con il Gaudianum veniva sul campo dei rosso-blu con tutta l'intenzione di vincere. Fortunatamente, l'Afragolese che, tra l'altro, si presentava in campo priva di uno dei suoi gioielli ( Tuccillo ), ha saputo affrontare la gara con la stessa voglia di vincere che ha sempre dimostrato ultimamente. Alla fine la partita si è conclusa con un pareggio (0-0); quinto risultato utile consecutivo. A questo punto non ci resta che esaminare, rapidamente, la situazione generale della nostra squadra locale, impegnata a di sputare questo difficile Campionato di Promozione. Ebbene, l'Afragolese, oggi, alla 20° giornata, ricopre una posizione di tutto rispetto della classifica, presentandosi come una squadra capace di tener testa a qualsiasi altra formazione del Campionato, facendo leva su un collettivo che è tra i migliori, composto non soltanto da ragazzi.

Gennaro Di Maso

 

Torna all'indice di questo numero