EDITORIALE

I Giovedì Ecologici (?) - Un'ottima iniziativa, ma...

Afragola - Che la nostra Afragola sia una città altamente inquinata, soprattutto a causa delle tantissime auto che affollano per l’intera giornata la nostra città, è un dato di fatto; e che vada trovata una soluzione a tutto ciò è una certezza. L’istituzione dei Giovedì ecologici è una soluzione prospettata e attuata dall’amministrazione comunale e dall’assessore Scotti, un iniziativa che sulla carta certamente dovrebbe diminuire i problemi di inquinamento, anche se non risolvendoli del tutto. Allora mi chiedo, perché la città tutta sembra lamentarsi in modo cosi forte dei “Giovedì ecologici” e soprattutto perché è stato un “piccolo flop”? Capiamoci, non voglio criticare l’iniziativa in se, che è più che lodevole, in modo particolare per un ambientalista come me; ma ritengo che non si possa tentare di risolvere un problema creandone altri mille. Afragola ancora non ha una rete di trasporti interni e ciò non è certo cosa che potrà durare ancora per molto. A Napoli le giornate semi-ecologiche infrasettimanali sono addirittura tre, ma non so se tutti si sono accorti che nella grande Napoli, hanno “inventato” tram, treni, autobus, metropolitane e taxi .... voi che ne dite? Ad Afragola tutto ciò manca (neppure solo una di queste possibilità di trasporto pubblico) e chi deve raggiungere il centro venendo da Via Saggese, San Marco o San Michele senza auto catalitiche deve attrezzarsi con ottime scarpette da ginnastica o qualcosa di simile. Ora mi chiedo per risolvere il problema non si poteva scegliere  di realizzare queste iniziative di Sabato o fare più Domeniche ecologiche? O semplicemente “importare” delle grandi scoperte come i bus o le navette interne? (possibilmente ecologiche, e non i pulmini scolastici comunali attuali ...più inquinanti di un treno a vapore ... sic sic ). La politica,  quella di qualsiasi colore e parte, troppo spesso dimentica di dovere essere concreta ed offrire alternative alla gente, i veri fruitori dei servizi che le istituzioni offrono alla città. Si sarebbe dovuto prima risolvere il problema dei trasporti interni e poi avremmo potuto inventare tutte le limitazioni al traffico, che purtroppo anche questa volta  vanno a danno dei meno ricchi (coloro i quali non possono comprare auto nuove) e non certo di chi ha le ultime costosissime e tecnologiche auto ... allora per favore almeno qui ad Afragola qualcuno si aspettava “Qualcosa di Sinistra” per la gente e con la gente.... ma...! Ok, riconosciamo le ottime intenzioni che hanno motivato queste scelte (affrettate) e da questo punto chiediamo di ripartire per dare un senso forte all’istituzione dei “Giovedì Ecologici”, perché bene sappiamo che da questo dipenderà anche la nostra salute e la salute della nostra Afragola, ma diamo anche a chi viene al centro di Afragola  a lavorare delle alternative, che siano  valide e rapide, affinché nessuno si senta “ostaggio in casa propria”.


Salvatore Iavarone

Torna all'indice di questo numero