Una Festa piena di … Spirito

Afragola - Fede, voglia di socialità ed allegria, questi gli ingredienti che hanno accomunato, più di cinquecento persone nella medievale chiesetta della Scafatella per la prima volta in  un’insolita domenica di Pentecoste. Il 19 maggio, presso la Chiesa di S. Maria di Costantinopoli, si è svolto il primo appuntamento della “Saggese Fest”, una  nuova fortunata kermesse nata sotto il segno dello Spirito Santo. Ideata e organizzata dal Comitato Saggese, la manifestazione  ha visto una partecipazione inaspettata e corale  da parte degli abitanti del rione Saggese, che ha sorpreso e commosso lo stesso celebrante, reverendo don Giorgio Montefusco, che, durante l’omelia, ha commentato giulivo che “non si era mai vista una tale affluenza in tutta la storia della chiesetta né tantomeno era stata celebrata una funzione religiosa nella solennità  ricorrente dopo cinquanta giorni la Pasqua”. Molteplici i momenti che si sono susseguiti nel corso della serata.  Dopo la liturgia, si sono avvicendati diversi balletti di latino-americano curati ed interpretati dalla giovane istruttrice Antonella Pelliccia  della palestra “Tiburon Club” di Afragola. Sempre nella stessa disciplina, si sono distinti i giovanissimi fratelli Imma e Gennaro Salierno (foto), campioni regionali di danza moderna e di “coreographic team”, tesserati della scuola “Tiziana Dance”.  Contemporaneamente, nella sacrestia della chiesa, è stata allestita una mostra delle opere di Domenico Sepe, promettente scultore afragolese, autore di un magnifico e premiato “Padre Pio in ginocchio”. Ad allietare il palato, infine, una “Sagra della Pizza”, preparata dalla pizzeria “’O Gemell” di via Saggese, lato Casalnuovo. Immancabili le bancarelle con annessi  palloncini, torrone e zucchero filato, presenti in tutte le tradizioni che si rispettino. “E’ stato un’autentica gioia- ha commentato il reverendo don Giorgio Montefusco, alla fine della festa- vedere tante persone radunate attorno alla Madonna della Scafatella”. “Spero che quest’appuntamento- ha aggiunto il canonico- sia sempre caratterizzato dallo stessa partecipazione dei fedeli e che ben presto questa chiesa possa trasformarsi in una parrocchia come le altre”. Stesso stato d’animo, ma finalità diverse sono state percepite tra i componenti del comitato. “Siamo decisamente soddisfatti- ha commentato il prof. De Luca , uno dei fondatori dell’associazione- per la riuscita ben oltre delle aspettative di questa festa”.“E’ questa- ha dichiarato il professore- la strada giusta per far parlar di noi e sensibilizzare l’amministrazione afragolese a non ignorare più la questione Saggese”. In verità, diciamolo, lo scopo non celato dello spettacolo è quello di denunciare uno stato di degrado del quartiere Saggese. Localizzato nella periferia orientale della città, il rione offre l’immagine del degrado e dell’abbandono: strade tappezzate dai rifiuti, discariche a cielo aperto, mancanza di illuminazioni, assenza di marciapiedi; in sintesi, mancanza di ogni parvenza civica alla quale si aggiunge un abbandono totale dell’Amministrazione. Una  zona dimenticata dall’attuale giunta comunale, ma che ha voglia di reagire e che fa buon viso a cattivo gioco. L’entusiasmo dell’iniziativa, però, non ha ancora contagiato la classe politica locale- ancora assente ed incurante delle legittime richieste dei cittadini. Anche domenica 26 il comitato Saggese ha scritto una bella pagina delle sue attività. Nella mattinata è stata organizzata “Tutti in Bici”, la prima pedalata ecologica con partenza dalla Scafatella. Durante la serata, dopo la celebrazione della S. messa, c’è stata una sagra di arte culinaria ed una mostra di pittura della galleria d’arte moderna di Carlo Caridei. L’artista ha offerto tre quadri ed è stata organizzata un’estrazione il cui ricavato andrà in beneficenza. Domenica 23 giugno ci sarà l’ultimo appuntamento di questa fortunata manifestazione. In calendario la Sagra del Vino, organizzata dall’enoteca.

Una fucina di iniziative destinata ad un sicuro successo.

Antonio Boccellino

 

Torna all'indice di questo numero