FESTA DE L’UNITA’ 2002

CITTA’ DI AFRAGOLA

VILLA COMUNALE

 4 - 5 - 6 OTTOBRE

Il  2002 è stato anche l’anno del ritorno della Festa de l’Unità ad Afragola una Festa che ha rianimato di gente e divertimento una villa comunale scenario di una festa politica sede di incontri e dibattiti tra politici locali e nazionali, la festa è iniziata Venerdì, era prestissimo, erano le 16.00 quando ha avuto luogo l’apertura area stand e spazio bambini (giochi, giostre, pesca e  giocattoli) e l’inaugurazione mostra fotografica di Raffaele Aprea, giovane foto amatore; poco dopo al via i “GALA’ DI BALLI” con la scuola  Well’ Be Dencing e con la scuola Tiziana Dance entrambi Campioni Italiani e straordinari nell’arena della villa comunale, capaci di emozionare e divertire i tantissimi intervenuti. Tutte le sere alle 19.00 proprio i compagni dei Democratici di Sinistra inauguravano il “PUNTO RISTORO” visitato da centinaia di cittadini nell’arco delle tre giornate. Alle 19.00 di venerdì è stata la volta del primo dibattito dal titolo “IL RUOLO DI AFRAGOLA NELL’ASSETTO METROPOLITANO”  il saluto alla Festa è stato dato  del sindaco di Afragola DOTT. SANTO SALZANO ed ad introdurre è stato il segretario ds - Afragola PROF. LUIGI BASSOLINO, al convegno hanno partecipato l’ON. ANDREA COZZOLINO - Vice Presidente commissione bilancio - Regione Campania, ASS. GUGLIELMO ALLODI - Ass. provinciale Fondi Europei, SEN. TOMMASO CASILLO, ON. DOMENICO TUCCILLO e a moderare è stato SALVATORE IAVARONE (VICE SEGRETARIO D.S.), un convegno che ha visto i politici locali confrontarsi sul futuro della nostra città  e soprattutto le idee che Provincia e Regione hanno per la nostra terra. Ma la giornata è stata una giornata di FESTA, ed infatti alle 20.30 è stata la volta della festa dei giovani con la “COSTITUZIONE della  SINISTRA GIOVANILE” e la partecipazione dei vertici della sinistra giovanile napoletana.  Poi Lettura di poesie di Pasolini e brani di Michele Santoro da parte dell’Attore Enrico Ottaviano  a cura del regista Afragolese Giovanni Meola. E alle 20.45 la RAPPRESENTAZIONE TEATRALE “ZAPP...ING” CON NICOLA ZANFARDINO & NANDO D’ANNA, straordinari sul palco della Festa de l’Unità 2002, capaci di raccogliere gli applausi del pubblico e riuscire a riempire l’arena della villa comunale, come hanno fatto i piccolissimi bambini della  Scuola We’ll Be Dancing alle 21.00 con il prosieguo del Galà di balli. La serata si è poi conclusa con il  GRUPPO MUSICALE  “ORMANOVA” giovanissimi afragolesi  che si accingono a partecipare alle selezioni nazionali di Sanremo. Il secondo giorno di festa dopo l’apertura di stand e mostre alle 16.00 ha avuto ancora un momento di balli con la scuola Blu Star di Viale Amendola  e poi con la Scuola We’ll Be Dencing di Viale 1° Maggio a Cardito una scuola degli afragolesi Anna Vilardi ed Antonio Sibilio; alle 19.00 ancora dibattito politico dal titolo “L’ITALIA NEL TEMPO DI BERLUSCONI” con un saluto iniziale del presidente dei Democratici di Sinistra di Afragola RAFFAELE MAURO seguito dagli interventi di Prof. LUIGI BASSOLINO segretario DS, del vice segretario Salvatore Iavarone e dell’ON. UMBERTO RANIERI Vice Presidente Commissione esteri Camera dei Deputati, un dibattito servito per mettere alla luce fatti e misfatti del governo attuale e soprattutto le preoccupazioni per una futura guerra in Iraq. Alle 20.30 ancora  “GALA’ DI BALLI”

con la Scuola Tiziana Dance la scuola diretta dalla bravissima maestra Tiziana Zollo, una scuola con sede a Via Cattaneo ad Afragola; alle 21.15 è stata poi la volta della musica con  FLAVIO FIERRO figlio di Aurelio, con uno spettacolo musicale dal titolo  “RACCONTI, ANEDDOTI, CURIOSITA’ SULLA CANZONE NAPOLETANA E NON SOLO ...”  bravo quanto il padre Flavio, capace di portare in pineta un pubblico più adulto proprio nella serata di sabato sera. Alle 21.30 tanto CABARET con BIAGIO DE CARO e i suoi amici, giovani già conosciuti per spettacoli itineranti sul nostro territorio, con loro è stata la volta dei più giovani, dei ragazzi delle scuole superiori che hanno aderito alla festa dell’unità per apprezzare ancora una volta la simpatia di Biagio. Alle 22.00 sono saliti sul palco i nuovi e bravi “ETA BETA” con il loro nuovo disco in  MUSICA SPAGNOLA in uscita a Gennaio 2003 dal titolo “MovIda”, a seguire Angela Fico e il maestro Angelo Mosca in uno spettacolo di canzoni classiche napoletane, nell’arena l’ottima voce di Angela, strepitosa ancora una volta su un palco della sua Afragola.

Domenica la festa è iniziata addirittura alle  09.30 con l’APERTURA AREA  STAND E SPAZIO BAMBINI (Giochi, giostre, pesca e  giocattoli) e poi con il dibattito dal titolo  “RIFORMA SCOLASTICA” hanno partecipato ADRIANA. BUFFARDI - ASS. REGIONALE ALLA FORMAZIONE, ANGELA CORTESE - ASS. PROVINCIALE ALL’ISTRUZIONE, ha moderato CONCETTA DI MASO del direttivo dei DS Afragola e vi sono stati i saluti di Gianni Gangi e  Mauro Fortino; poi ancora la volta dei più piccini con il  TEATRINO BURATTINI.

La festa a ripreso alle 16.00 con l’APERTURA STAND E SPAZIO BAMBINI (Giochi, giostre, pesca e  giocattoli)

e con “GALA’ DI BALLI” a cura delle scuole Blu Star e  We’ll Be Dancing e poi alle 17.30 ancora Teatrino dei burattini, per dare davvero ai bambini molto spazio, come nella volontà degli organizzatori.

 Poi alle 19.00 “PROSPETTIVE DEL CENTRO SINISTRA NEL GOVERNO DI AFRAGOLA”

introduzione a cura di  PASQUALE GIGLIO . vice sindaco di Afragola e la partecipazione dei segretari dei partiti di centro sinistra, tra cui  Amistà per R. C., Cuccurese per il PRI, Russo per i socialisti,  Bassolino per i DS, Maiello per Rinnovamento Italiano e poi i saluti del DOTT. FRANCESCO PETRELLESE e le conclusioni del sindaco DOTT. SANTO SALZANO, a moderare erano ALESSANDRO URZI’ (IL MATTINO) ROBERTA CUCCURESE (IL ROMA)

incredibile poi il successo del “GALA’ DI BALLI”  con  la Scuola Cauntry Club partecipanti anche a concorsi a livello mondiale. E poi alle 21.00 CABARET CON PAOLO D’ANTONIO e LUIGI CREDENTINO, era poi la volta dello spettacolo TUNNEL SHOW con PAOLO CAIAZZO, MARIA BOLIGNANO e ANTONELLA STEFANUCCI quando la pioggia a mezzanotte a anticipato la chiusura della festa che nella serata di domenica a contato circa 5000 presenze, concludendo con un incredibile successo la Festa de l’Unità dopo otto anni di assenza, un successo strepitoso per chi ha voluto la festa e per un partito che si pone sempre più ora al centro della politica locale.

 

                                                     a cura della Redazione

Torna all'indice di questo numero